La Storia

La Nostra Storia

1957 - Nel mese di aprile nasceva ufficialmente la Sezione di Teramo.

Giuseppe Basile, detto “Pippo”, è stato il primo presidente della nostra gloriosa storia e della nostra Sezione, supportato da Aldo Pallotta e Carmine Rodomonti nelle vesti di consiglieri.
Si assiste fin da subito, ad un decennio di forte crescita numerica e di primi importanti risultati tecnici conseguiti dagli associati Romolo Aloisi e Carmine Rodomonti (che raggiungerà la
SERIE B) promossi a livello nazionale tanto che “Pippo” nel 1967 verrà premiato per i 10 anni di presidenza.
Cosa ancora più importante per la nostra Sezione è aver avuto a fondamento di tale sviluppo una storia non sezionale, ma associativa, consolidata negli anni. Infatti nel 1939 (anno in cui scoppia la seconda guerra mondiale), il primo arbitro della storia di Teramo fu Francesco Barnabei, già precursore della grande forza teramana visto che arrivò ad arbitrare in SERIE C, esordendo anche come “guardalinee” in SERIE A.
Un inizio promettente, a cui si aggregheranno dopo solo 8 anni, un gruppo di arbitri teramani: tra i quali Domenico Grue, Regolo Matriciani e Giovanni Rubini.

5 febbraio 1956 - Data da ricordare visto che fu istituito il primo corso arbitri a Teramo con 13 arbitri tra i quali Carmine Rodomonti.
Proprio Carmine Rodomonti, con tutta la Sezione di Teramo, nel 1974 esordisce in SERIE B e proprio in quegli anni alla presidenza si alternano Carmine e Pippo che nel ’78 viene insignito del prestigioso Premio Nazionale “Gino Agostini”.
Un nuovo paragrafo, si apre con i 17 anni di presidenza di Pietro Milton Di Sabatino.
Milton dopo aver arbitrato in serie C, esordisce come primo dirigente della sezione con il prezioso contributo di Archimede. In questi anni, si vedono numerosi arbitri teramani raggiungere traguardi prestigiosi ed in particolare l’esordio in SERIE A nel 1992 di Pasquale Rodomonti,
ed in SERIE C per Fabrizio Acronzio, Patrizio Paterna e Antonio Manari mentre come assistenti Lucio Armaroli e Marcello Scaloni.

1998/2003 - Numerose promozioni al livello nazionale...Gianpaolo Calvarese, Federico Di Francesco e Carlo Rodomonti in SERIE C, Elenito Di Liberatore e Christian Bagnoli in SERIE A e B come assistenti e Pietro FELICIANI in SERIE C come osservatore.

2003 - Si apre il nuovo capitolo per i fischietti teramani; una nuova sede per la sezione di Teramo e l’istituzione del PREMIO CARMINE e ARCHIMEDE RODOMONTI (a cui è stata anche intitolata la Sezione) rispettivamente assegnati agli associati sezionali maggiormente distintisi in ruoli dirigenziali e nell’attività arbitrale. Un tributo alla memoria ed ai valori che i nostri due Amici hanno saputo trasmettere in maniera profonda alla nostra realtà.
Due associati che hanno sintetizzato in maniera esemplare lo spirito dell’associazione, uno spirito affrancato da meri obiettivi personalistici e di carriera.

2009 - Da questa data, per dare maggiore lustro ai Premi Rodomonti, viene istituito un altro premio, parallelo e di pari importanza, il PREMIO GIUSEPPE BASILE attribuito all’Associato che ha rivestito a lungo ruoli di dirigente arbitrale.
3 luglio 2010 - Con la scissione della CAN A-B in CAN A e CAN B, Gianpaolo Calvarese viene inserito nell'organico della CAN B.
9 giugno 2012 - Gianpaolo Calvarese viene chiamato a dirigere il ritorno della finale playoff di B, per l'accesso in serie A, tra Varese e Sampdoria con la conseguente promozione il 2 luglio 2012 in CAN A. Sempre nell'agosto dello stesso anno gli viene conferito il Premio BWIN come miglior arbitro della serie B relativamente alla stagione 2011-2012.
In SERIE A oltre ai già presenti Di Liberatore e Bagnoli nel 2007 approda nell’organico degli osservatori Pietro Feliciani e vi rimarrà fino al 2016.
2009 - Teramo diventa internazionale con la nomina di Elenito di Liberatore ad Assistente Internazionale, qualifica che lo porterà alle Olimpiadi di Londra nel 2012 ed alla semifinale di Champions League nel 2014.
Nel 2011 alla CAN B giunge come assistente Simone Di Francesco, promosso nel 2007 come arbitro nella CAN C (attuale CAN-PRO) divenuto Presidente di sezione nel 2011 fino al 2016.
In CAN PRO, si sono susseguiti come assistenti, dal 2012 al 2015 Gabriele Trasarti, Manuel Giuliani dal 2014 al 2016 mentre dal 2013 al 2017 Alberto D’Alberto.
Il 2013 è anche l'anno del passaggio di Pasquale Rodomonti, dopo 4 anni di presidenza del CRA Abruzzo, alla CAI e successivamente in CAN D in qualità di componente, ruolo che ricopre ancora oggi.
Il 2015 è l’anno della doppia promozione in CAN PRO come arbitri di Daniele Paterna e Daniele De Remigis dopo 3 anni di permanenza in CAN D e prima ancora promossi dopo un anno alla CAI. Seguiranno altre due promozioni in CAN PRO nel 2016 Giuseppe Di Giacinto come assistente e nel 2017 Ermanno Feliciani come arbitro.
Il 2014 e il 2015, sono gli anni delle promozioni in CAN D come assistenti, per gli associati Antonio Alessi e Vincenzo Recchiuti, permanenza che durerà sino al 2017.
Maggio 2016 è mese del cambio di presidenza. dopo i quattro anni di Simone Di Francesco, subentra Giuseppe Di Domenico.
Alla CAN-B, troviamo come arbitro Antonio Di Martino, promosso al termine della stagione 2015/16 dalla CAN-PRO, oltre ad essersi distinto in precedenza sia in CAN D che alla CAI.
Non solo calcio ad 11, ma anche il mondo del Futsal o meglio del Calcio a 5 non poteva far a meno di arbitri teramani. Il precursore per eccellenza è stato Carlo Di Marco arbitro di SERIE A ed internazionale arrivato ad arbitrare finali internazionali.
Oggi troviamo alla CAN-5 quattro associati che dal 2011 sino al 2015 sono stati promossi a livello nazionale, il primo Marco Di Filippo, a seguire Massimo Tiberio, Paolo Di Luigi e Stefania Candria.
Alla CAN-BS vi è stato dal 2008 fino al 2013 Gabriele Scuccimarra in qualità di arbitro, mentre dal 2016 ricopre il ruolo di osservatore nella stessa commissione.
Si è parlato di storia dirigenziale ed arbitrale, di attualità arbitrale ed ora apriamo una parentesi importantissima, la continuità che deve contraddistinguere qualsiasi mondo che non deve mai smettere di crescere; in sezione dopo i numerosi mandati del Presidente Pietro Di Francesco viene eletto Simone Francesco, mentre Pasquale Rodomonti detto “Pasqualino” dopo aver diretto 200 gare di SERIE A esser stato Internazionale e aver ricoperto il ruolo di Presidente del Comitato Regionale Arbitri Abruzzo (C.R.A. ABRUZZO) dal 2009 al 2013, dalla stagione 2013-2014 ricopre l’incarico di componente alla Commissione Arbitri Interregionali (CAI).